Fiabe animate per bambini a Palazzo Grimani

letture con attori e musica dalle fiabe italiane di Italo Calvino


"Un Re s'ammalò. Vennero i medici e gli dissero: - Senta, Maestà, se vuol guarire, bisogna che lei prenda una penna dell'Orco. E' un rimedio difficile, perché l'Orco tutti i cristiani che vede se li mangia. Il Re lo disse a tutti ma nessuno ci voleva andare. Lo chiese a un suo sottoposto, molto fedele e coraggioso, e questi disse: - Andrò...."

 

Il progetto A perdifiaba, ideato dalla Soprintendenza al Polo Museale Veneziano, trova concreta realizzazione nella collaborazione con la compagnia teatrale Pantakin, attiva da oltre 15 anni nel territorio veneziano nella produzione di spettacoli ed eventi.

A perdifiaba è pensato espressamente per consentire a un pubblico di bambini in età scolare di apprezzare la bellezza e l'originalità delle superfici architettoniche decorate caratteristiche di Palazzo Grimani. I soffitti splendidamente affrescati da Camillo Mantovano nella sala a fogliami e nella sala da pranzo e la capricciosa e sorprendente comparsa di un mostro dalle fauci spalancate nella decorazione a stucco della sala del camino, attribuita a Federico Zuccari, permettono di individuare agevolmente tre tappe di un percorso che attraversa tutto il Museo, sottolineandone gli aspetti più suggestivi per l'immaginario infantile.

Per la realizzazione di questo apposito itinerario del fantastico e del meraviglioso, cui è stato dato il titolo A perdifiaba, gli Assistenti alla fruizione, accoglienza e vigilanza in servizio a Palazzo Grimani si avvarranno dell'esperienza della compagnia teatrale Pantakin, che curerà, con attori e musicisti, l'animazione di fiabe lette ad alta voce. Esaminato l'ampio corpus delle Fiabe italiane raccolte e riscritte da Italo Calvino, sono state accuratamente selezionate trentasei fiabe, rappresentative delle varie regioni italiane e pertinenti ai tre temi fondamentali richiamati dalla sala a fogliami (il giardino incantato), dalla sala da pranzo (il banchetto magico) e dalla sala del camino (orchi, draghi e mostri da sconfiggere).

In un ciclo complessivo di dodici incontri, a partire dal mese di dicembre 2012 fino al giugno 2013, il sabato pomeriggio verranno lette e animate nelle sale prescelte tre fiabe ad incontro. Accolti da un attore nei panni di un maggiordomo-cerimoniere e da un musicista della compagnia Pantakin, i bambini saranno guidati ad ascoltare, ad esempio, L'Uccel bel-verde nella sala a fogliami, Il Principe granchio nella sala da pranzo e L'Orco con le penne nella sala del camino. Al termine di ogni incontro, della durata complessiva di un'ora circa, ai bambini verrà fatto dono di un piccolo gadget simbolico in rapporto alle fiabe ascoltate, come una piuma dell'Uccel bel-verde, una conchiglia del Principe granchio o una penna dell'Orco con le penne.

Ai colori, tema del Carnevale di Venezia 2013, sono dedicate le fiabe degli appuntamenti del 2 e del 9 febbraio, realizzati con la collaborazione di Venezia Marketing & Eventi.

 

Pantakin

Pantakin nasce a Venezia nel 1995 come compagnia di teatro popolare, con lo scopo di mantenere viva la tradizione della Commedia dell'Arte e del teatro di maschera, sviluppando un linguaggio teatrale in grado di superare le barriere linguistiche e culturali.

Lo sviluppo dell'attività e della ricerca sui generi teatrali popolari ha portato Pantakin a strutturare la propria attività nell'ambito della produzione e distribuzione di spettacoli e dell'ideazione e organizzazione di eventi, in particolare nei generi della Commedia dell'Arte e del Circo Teatro.

Pantakin è socio fondatore dell'Accademia Teatrale Veneta, scuola per la formazione professionale dell'attore e membro dell'Associazione PPTV (Produttori Professionali Teatrali Veneti).

A partire dal 2003 Pantakin è inoltre associazione riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.


facebook-logotwitter civita tre veneziesocial-civita 06



Powered by 42bit srl