Le Figlie dell’Armonia

Virgo Virago

Palazzo Grimani,

Venezia, 13 luglio 2012

Ministero per i Beni e le Attività Culturali,

Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico

ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Venezia

e dei comuni della Gronda Lagunare

Regione del Veneto

Amici della Musica di Venezia

nell’ambito del progetto Nel nome di Vivaldi – seconda edizione

Si terrà venerdì 13 luglio a Palazzo Grimani (ore 19.30) il terzo concerto del ciclo "Le figlie dell'armonia", intitolato Virgo Virago.

Isha - virago - virga - virgo. E la vergina sarà madre, secondo un mistero inaudito e insondabile che balena nella tradizione indoiranica e nella Quarta Ecloga virgiliana. [...] Il Cristianesimo, anche lasciando da parte Maria, abbonda di casi di eccellenza dell'elemento femminile. [...] E l'avventura continua [...] le protagoniste della spiritualità femminile sono gli "uomini" che molti di noi avrebbero voluto essere.

(Franco Cardini, dalla introduzione al concerto Le figlie dell'armonia. Virgo virago)

Il terzo concerto del ciclo Le figlie dell'armonia prevede un programma composto interamente di musiche per la prima volta eseguite in tempi moderni.

Ne emergono i profili dell'arte vocale di tre importanti cantanti degli Ospedali veneziani nel secolo XVIII e, in generale, della scuola di canto femminile che rese celebri gli Ospedali veneziani in tutta l'Europa musicale classica.

Il primo profilo è quello di Lucia Bianchi, soprano, attraverso il Mottetto "Tremebunda ubique errando", dedicatole nel 1791 dal fratello Francesco Bianchi organista a San Marco e figura di primo piano del melodramma italiano tra Mozart e Rossini.

Il secondo è quello di Antonia Lucovich da cui, attraverso la collaborazione con il compositore Ferdinando Bertoni, discende lo stile delle prime donne delle due ultime opere italiane di Mozart (Così fan tutte e Clemenza di Tito).

L'ultimo profilo è quello di Vincenza Marchetti che prima di divenire l'ultima primadonna mozartiana (Vitellia in Clemenza di Tito) collaborò con Domenico Cimarosa alla creazione del ruolo di Sara di fondamentale importanza nell'ordine dell'invenzione di un nuovo modello tragico del personaggio operistico della madre.

Interprete del programma il soprano Susanna Armani accompagnata da Bruno Volpato al clavicembalo, Marco Giglione al violino, Simone Tieppo al violoncello.

Programma

Ferdinando Bertoni (Salò 1825 – Desenzano del Garda 1813)

- Allegro in Re maggiore dalla Sinfonia dell'Opera Quinto Fabio, Padova 1778

- "Ah se peccasti" Aria dall'azione sacra Davide penitente, Venezia 1775

Francesco Bianchi (Cremona ca 1752 – Hammersmith 1810)

- "Tremebunda ubique errando", Mottetto "cantato all'Ospedaletto di Venezia dalla celebre sig. ra Lucietta Bianchi", 1791

- "Tremebunda ubique errando" Aria

- "Misera quod me vertam?" Recitativo accompagnato

- "Ah solamen" Aria

- "Sic respirando in pace" Recitativo accompagnato

- "Alleluja"


facebook-logotwitter civita tre veneziesocial-civita 06



Powered by 42bit srl